1957 Il Grillo Volante

Nel 1957 Pietro Vassena inventa il Grillo Volante, straordinario mezzo di trasporto che avrebbe dovuto volare, navigare e camminare su strada. Così l’inventore descrive il Grillo: “peserà 240 kg e sarà, contemporaneamente, motoscafo, automobile, elicottero, salirà e scenderà verticalmente, potrà fare marcia avanti e marcia indietro, ruotare su se stesso, fermarsi in aria. E porterà a bordo fino a quattro persone”.
E ancora una volta è Angelo Vassena ad avere il privilegio di collaudare quel mezzo che anche agli occhi di uno scienziato del XXI secolo appare futuristico. Il Grillo volante resta un orizzonte lontano, ma l’intuizione dei Vassena fu, ancora una volta, geniale.
Motorizzato con un motore da 220 hp in lega leggera che raggiungeva e superava i 100 km/h, un motore istallato su uno scafo precursore dei catamar che arrivarono 10 anni dopo. Su strada si pilotava come una normale vettura, la propulsione era assicurata da un’elica orizzontale, mentre le prove di volo furono eseguite nel cortile di via Cavour, assicurato a terra da sacchi di zavorra come si usava per le mongolfiere.